Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mar08222017

Last update08:24:28 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

"Questi luoghi un tempo di guerra sono diventati luoghi di pace"

28 giugno 1914: L'arciduca Francesco Ferdinando e la sua consorte duchessa di Hohenberg si recavano al municipio per il ricevimento delle autorità, quando fu lanciata una bomba...

6. Assassinio dellArciduca Francesco Ferdinando a Sarajevo

28 giugno 1914, assassinio di Sarajevo. Partono da qui le sofferte vicende che hanno vissuto i nostri nonni e bisnonni che si protrarranno fino al novembre 1918: quattro anni di guerra che sono rimasti non solo nelle cronache e nei libri di storia, ma che anche in quasi tutte le famiglie giudicariesi hanno lasciato il segno del "tremendo massacro".

Leggi tutto...

SOLOILVENTO 2013, in viaggio con Alberto Bregani, nei luoghi della Grande Guerra. Il video sintesi, di luoghi e fotografie del primo anno del progetto del fotografo di montagna in bianco e nero, sulla Grande Guerra, seguendo il Sentiero della Pace

alberto Bregani soloilvento.it video

 

Luoghi e fotografie di un anno trascorso sul Sentiero della Pace e dintorni per questo suggestivo progetto. Montare questo video è stato un po' come voltarsi indietro e rivivere certamente quanto realizzato in termini fotografici, ma soprattutto riportare alla luce quanto ho vissuto dal punto di vista umano. Sentieri, creste, ghiacciai che ho avuto la fortuna di poter visitare, insieme all'immancabile amico e guida Sandro Vidi, in periodi nei quali il silenzio la fa da padrone, al di fuori da tutti i flussi turistici o di appassionati di montagna, lasciandomi solo con il mio più grande compagno e ispiratore: il vento.

Leggi tutto...

A Tione, la Banda Sociale di Ragoli organizza Per non dimenticare la Grande Guerra

Per non dimenticare la grande guerra 1 b

"Per non dimenticare la Grande Guerra". E' il titolo dello spettacolo teatrale che la Banda sociale di Ragoli in collaborazione con il Coro Monte Iron, sempre di Ragoli, la Filobastia di Preore, il Gruppo alpini Monte Spinale e il Circolo Pensionati, presenta all'auditorium delle scuole superiori di Tione, sabato 17 maggio, con inizio le 20.45.

Leggi tutto...

L'obiezione di coscienza e il servizio militare obbligatorio. Da San Massimiliano a Remigio Cuminotti, i disertori, veri antisignani degli obiettori di coscienza. La riflessione di Mario Antolini nel centenario della Grande Guerra

grandeguerra archivio L'essermi inoltrato fra le problematiche delle celebrazioni e delle rievocazioni legate al centenario della Prima Guerra Mondiale 1914-1918 mi ha portato anche a prendere in considerazione il servizio militare obbligatorio, proprio dei nazionalismi storici, ponendolo a confronto con l'attualità del secondo decennio del terzo Millennio che dà ai giovani italiani la possibilità di non soggiacere alla obbligatorietà della chiamata di leva e dei lunghi periodi di naja (servizio militare).

Leggi tutto...

Pensieri di guerra a 94 anni... quei 600 mila morti italiani, quei kaiserjäger, quei kamikaze che ho visto partire in Giappone per il Pacifico, tutti quei giovani rimasti sui campi di battaglia mi fanno male e non so giustificarne la morte

Sui ghiacciai della Presanella I guerra Mondiale

Sono stato invitato a parlare di "guerra" a giovani di 18 anni! Mi sento assalito da una rida di pensieri e di considerazioni nell'assillo di dovermi confrontare con delle generazioni che la guerra non l'hanno conosciuta, con giovani che non hanno vissuto l'esperienza dei "coscritti" e che, mi auguro e spero, non abbiano mai a dover o vivere o subire vicende così drammatiche.

Leggi tutto...