Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Ven12142018

Last update02:11:00 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Possibile una semplificazione burocratica con il servizio di Geas Spa per la gestione digitale delle pratiche edilizie

26856866 10213556794907068 1911802820 n
La società in house delle Giudicarie ha presentato agli amministratori locali, una proposta innovativa a servizio delle pubbliche amministrazioni per rispondere all'esigenza sempre più urgente di digitalizzazione delle pratiche di natura edilizia e non solo.

Nel pomeriggio di ieri, presso la sede di G.E.A.S. spa a Tione di Trento, si è tenuto un workshop dal titolo "Nuovi strumenti e procedure per la gestione digitale dell'edilizia privata" dedicato agli amministratori giudicariesi.

Il Codice dell'amministrazione digitale, entrato in vigore con il Decreto Legislativo 07/03/2005, n. 82, ha gettato le basi per la gestione digitale dell'edilizia privata e il Decreto legge 24/06/2014, n. 90 ne ha introdotto l'obbligatorietà spingendo i Comuni a predisporre un piano di informatizzazione.

G.E.A.S. spa ha inteso incontrare gli amministratori comunali per approfondire cosa sta accadendo a livello nazionale e provinciale, per illustrare loro un metodo innovativo di gestione digitale delle pratiche edilizie e per presentare i risultati raggiunti direttamente dai protagonisti di questa rivoluzione telematica.

Il presidente di G.E.A.S. spa, ing. Valter Paoli ha introdotto i lavori presentando l'intenzione della società di rispondere concretamente alla richiesta sempre più urgente di sburocratizzazione delle pratiche edilizie ed ha introdotto agli amministratori locali, un servizio innovativo ma soprattutto efficace, basato su un linguaggio comune, capace di supportare con una metodologia uniforme e facilmente riscontrabile, il lavoro di professionisti, cittadini ed ente pubblico.

Il workshop proposto da Geas spa, tenuto dagli esperti di Globo, società bergamasca che accompagna le PA nel cammino verso la digitalizzazione di informazioni e di processi, si è incardinato su due momenti: un primo teorico dove è stata analizzata l'evoluzione normativa a livello nazionale anche nel contesto della agenda digitale europea e dove è stato presentato il "Piano triennale per l'informatica nella PA 2017 - 19", il piano triennale dell'Italia per la realizzazione dell'Agenda digitale europea.

Nella seconda parte del workshop sono state presentate e confrontate due esperienze: il caso della città di Trento e quello della Valsabbia, dove è stata applicata la standardizzazione digitale con un linguaggio univoco che accorda tutti i procedimenti in ambito edilizio, ma non solo, dalla presentazione di un'istanza fino alla sua risoluzione. Una vera e propria opportunità sia per il cittadino ma anche per le Pubbliche Amministrazioni, per raggiungere valori di efficacia, tempistica e per sfruttare al meglio le risorse, anche umane.

Al termine dei lavori, è intervenuto Carlo Daldoss, assessore alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa della Provincia Autonoma di Trento. Ormai la tecnologia e la digitalizzazione segnano il percorso del futuro - ha detto l'assessore - dove la capacità di standardizzare e di mettere nelle condizioni di maggior efficienza e in tempi più veloci, è un valore aggiunto. Va detto che a livello provinciale, la strada è segnata da due "fari": il Regolamento Unico urbanistico-edilizio provinciale e l'obbligo dell'utilizzo di una modulistica standard per tutti i comuni". L'assessore ha aggiunto: "Ben vengano sollecitazioni per ragionare in sinergia su tutti i servizi a capo della pubblica amministrazione".

In chiusura è intervenuto anche Paride Gianmoena, presidente del Consorzio dei Comuni trentini, che ha portato il suo plauso alla proposta di G.E.A.S spa, affermando che "può essere l'avvio di una attività estensibile anche ad altri territori".