Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sab10202018

Last update10:36:56 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

80.000 euro per la realizzazione di progetti in ambito formativo, culturale, sociale e per investimenti materiali. La Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella attiva due bandi

Bando progetti 1

Continua l'impegno della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella per favorire l'ideazione e sostenere la realizzazione delle iniziative di enti ed associazioni che operano sul nostro territorio a favore delle nostre comunità. Due sono i bandi con cui la Cassa Rurale intende favorire queste iniziative: un bando per investimenti materiali ed un bando finalizzato a sostenere progetti in ambito formativo culturale e sociale. Il tutto con un plafond a disposizione di 80.000 euro.

"L'obiettivo dei bandi promossi dalla nostra Cassa è quello di favorire l'ideazione di iniziative sostenibili che sappiano rispondere in modo innovativo ai bisogni specifici del territorio, favorendo la collaborazione degli enti e delle associazioni ed il coinvolgimento delle comunità", spiega Andrea Armanini Presidente della Cassa.

Attraverso il bando per investimenti materiali si intendono sostenere le opere di tutela e valorizzazione del patrimonio artistico, storico ed ambientale; la costruzione, valorizzazione e ristrutturazione di edifici e l'acquisto di materiali, attrezzature e automezzi strettamente connessi all'attività dei soggetti richiedenti. Un bando che quest'anno vede introdurre regole nuove: saranno 10 i progetti selezionati per i quali l'intervento della Cassa sarà definito in base al costo preventivato dell'investimento. Sono infatti previste tre fasce di costo per ognuna delle quali è definito l'ammontare del contributo.

Un secondo bando è finalizzato a sostenere progetti sia in ambito formativo-culturale - percorsi formativi, attività educative ed iniziative culturali nei settori delle arti visive, musica, cinema, storia e cultura locale - sia in ambito sociale con iniziative a favore di persone bisognose o svantaggiate e relative alla conciliazione dei tempi lavoro famiglia.
Al fine di supportare tutte le realtà che intendono aderire a questo secondo bando la Cassa Rurale ha inoltre previsto la possibilità di un incontro individuale con esperti in progettazione, per una consulenza sul progetto ed una verifica delle modalità di stesura della domanda.
"Un'attenzione in più che vogliamo riservare alle nostre associazioni, con l'obiettivo di sostenerle non solo economicamente ma anche dal punto di vista formativo offrendo loro l'occasione per migliorare le proprie competenze su come si progetta e come si compila la domanda di un bando" aggiunge il Vicepresidente Luca Martinelli. La partecipazione all'incontro individuale consentirà di acquisire un punteggio maggiore in fase di valutazione delle proposte progettuali per le quali si chiede un contributo attraverso i due bandi.

Le associazioni interessate a ricevere informazioni a tal proposito possono rivolgersi all'Ufficio Relazioni Comunicazione Mutualità, contattando il numero 0465/709360 oppure scrivendo un'email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . La documentazione relativa ai due bandi è scaricabile dal sito internet della Cassa Rurale (www.lacassarurale.it) e le domande dovranno essere presentate entro il 16/11/2018.