Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Lun07232018

Last update10:16:22 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

A Zuclo, 200 soci all'assemblea annuale della Federazione delle Pro Loco

IMG-8238 1 

Le Giudicarie, da sempre territorio in cui brulicano numerose Pro Loco ed altre attività di promozione sociale, hanno accolto negli scorsi giorni i vertici provinciali della Federazione delle Pro Loco e dei Consorzi e quelli nazionali, portavoce dell'Unione Pro Loco Italiane (UNPLI). Si è tenuta infatti a Zuclo, nel comune di Borgo Lares, l'assemblea ordinaria di tutte le Pro Loco, alla presenza del presidente provinciale Enrico Faes, e del numero uno dell'UNPLI Antonino La Spina. "Sono felice di essere qua – ha detto La Spina, davanti a quasi 200 soci – voi abitate in un posto straordinario. Bello che la riunione venga fatta in un posto piccolo e pittoresco. Questa scelta rappresenta il nostro mondo, ovvero la peculiarità dei luoghi ricercati." 6300 le Pro Loco in tutta Italia, di gran lunga l'associazione di volontariato più grande e più operativa d'Italia. Il presidente ha poi sottolineato l'importanza che le pro loco svolgono a livello paesaggistico. "Nella tutela del patriomonio naturale e culturale – ha continuato – siamo all'avanguardia; contribuiamo a dare fama a luoghi che sono fuori dai tradizionali circuiti turistici." La Spina ha poi sottolineato come le Pro Loco valorizzino anche le tradizioni enogastronomiche, creando oltre 40.000 eventi ogni anno in tutta Italia. " Sono stati redatti numerosi protocolli d'intesa con Mibact e Mipaaf – ha concluso il presidente - che avvalorano l'azione delle Pro Loco come custodi delle tradizioni e come soggetti cardine per la diffusione e valorizzazione del patrimonio agroalimentare italiano." Soddisfazione è stata espressa anche da Michele Dallapiccola, assessore provinciale. "Le Pro Loco, soprattutto in Trentino – ha commentato – intersecano il settore del turismo e sono fondamentali. Ciò che Pro Loco offrono in termini di racconto del territorio, di tipicità, di autenticità è esattamente quello che l'ospite cerca quando viene in Trentino." L'assessore ha riconosciuto anche il ruolo sociale rivestito da queste associazioni: "La vitalità e la socialità che le Pro Loco creano sul territorio sono elementi che contribuiscono all'attività di paesini piccoli come i nostri." La parola è poi andata al presidente della Federazione Provinciale Enrico Faes, che ha subito annunciato l'istituzione di un servizio di consulenza per le pratiche burocratiche. "In 6 anni di intenso lavoro, ora la Federazione Pro Loco ha una sua precisa definizione – il commento del massimo dirigente - abbiamo lavorato molto per darci una nuova identità, soprattutto a livello organizzativo. Ora siamo una realtà definita e strutturata e siamo soddisfatti per questo obiettivo raggiunto. La Federazione conta 6 dipendenti, molti collaboratori ed una serie di nuovi servizi offerti alle Pro Loco che comportano una grande mole di lavoro". Approvato poi il bilancio, chiuso in leggero attivo, a differenza dello scorso anno. Infine il presidente ha voluto dare risalto alle attività che la Federazione ha offerto e offrirà alle associazioni locali, con tante conferme ed alcune novità. Presenti alla kermesse anche Eva Franchini, presidente della Pro Loco di Zuclo, poi Daniele Bertolini, presidente del Consorzio turistico Valli Giudicarie, Adriano Alimonta presidente dell'Apt Pinzolo Campiglio e il sindaco di Borgo Lares Giorgio Marchetti.