Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mer03202019

Last update09:50:33 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Valsabbina l'assemblea approva il bilancio da 8 milioni di utile. Riconfermati i consiglieri uscenti

Banca di Storo - la Valsabbina sede Storo 1

Si è svolta a Brescia l'Assemblea dei Soci di Banca Valsabbina convocata in forma Straordinaria e Ordinaria.
L'Assemblea Straordinaria, che ha visto la partecipazione in proprio o per delega di 1.700 Soci (il quorum era di 996), ha approvato alcune modifiche statutarie imposte dalle numerose nuove disposizioni che hanno profondamente mutato il quadro regolamentare delle banche, in particolare delle "popolari". E' stato altresì stabilito che la quota minima per mantenere la qualifica di Socio sia il possesso di 100 azioni.
L'Assemblea Ordinaria ha approvato il bilancio al 31 dicembre 2015, che ha visto la Banca conseguire un utile netto di euro 8.061.835, nonostante la redditività dell'esercizio sia stata condizionata dai contributi ordinari e straordinari, per euro 4,8 milioni, versati al Fondo di Risoluzione e allo Schema di Garanzia dei Depositi. Il riparto dell'utile prevede la distribuzione di un dividendo di euro 0,12 per azione, in pagamento dal 4 maggio 2016.
Per quanto riguarda il prezzo delle azioni, determinato ai sensi dell'art. 6 dello statuto della Banca, l'Assemblea dei Soci ha approvato la proposta del Consiglio di Amministrazione, che prevede una riduzione del prezzo da € 18 ad € 14 per azione. Tale riduzione appare in linea con i parametri di mercato, che stanno registrando una significativa contrazione dei prezzi delle azioni delle banche, anche quotate, sebbene il Consiglio di Amministrazione abbia osservato come tutti i parametri fondamentali risultino sostanzialmente stabili, confermando la solidità della Banca (CET 1 ratio al 15,09%, Tier Total al 16,48%).

L'Assemblea Ordinaria ha inoltre riconfermato i consiglieri in scadenza Dott. Adriano Baso, Rag. Aldo Ebenestelli, Dott. Angelo Fontanella, Arch. Mario Rubelli e Dott. Luciano Veronesi.
Sempre nel corso dell'Assemblea è stato annunciato che la Banca ha presentato domanda di ammissione delle azioni proprie alle negoziazioni sul mercato HI-MTF Order Driven Comparto Azionario.
Tale soluzione è stata ritenuta coerente con l'impianto normativo MiFID 2 / MiFIR di prossima attuazione, nonché potenzialmente idonea a supportare e migliorare la liquidità delle azioni.
Pertanto, non verrà ripresa la negoziazione delle azioni sul sistema gestito da ICBPI S.p.A., attualmente sospesa come previsto nell'Execution Policy della Banca ("Documento di Strategia e di Esecuzione degli Ordini"), al fine di garantire uno svolgimento regolare dell'Assemblea dei Soci e per consentire il pagamento del dividendo proposto.
Verrà comunicata la data di avvio delle negoziazioni delle azioni, all'accettazione da parte del Consiglio di Amministrazione di HI-MTF, Società di gestione del mercato.