Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sab11172018

Last update11:39:14 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Pecore sperdute in val di Nardìs, ancora vive nonostante il maltempo e i predatori

Pecore sperdute in val di Nardìs, ancora vive nonostante il maltempo e i predatori

Si era recato per fare una passeggiata in una delle bellissime valli laterali della val Genova,...

San Martino, la comunità di Pinzolo in pellegrinaggio a Mantova per ricordare i propri emigranti

San Martino, la comunità di Pinzolo in pellegrinaggio a Mantova per ricordare i propri emigranti

C'era monsignor Luigi Bressan quest'anno, il vescovo emerito di Trento, ad accompagnare i...

Madonna di Campiglio, impianti aperti al Grostè dal 24 novembre

Madonna di Campiglio, impianti aperti al Grostè dal 24 novembre

«Nonostante i numerosi alberi caduti sulle piste, dopo una settimana di intenso lavoro siamo...

Da domani riapre la strada tra Madonna di Campiglio e Dimaro

Da domani riapre la strada tra Madonna di Campiglio e Dimaro

Da domani mercoledì 7 novembre è prevista la riapertura del tratto di strada statale 239 tra...

Notizie val Rendena

Tre serate in Val Brenta per ascoltare il bramito del cervo con il Parco Adamello Brenta

Cervo - foto Corradini - Archivio Pnab 2

Le temperature si sono abbassate da qualche giorno e le condizioni ora sono perfette per permettere ai cervi di calarsi completamente nella stagione degli amori. E', infatti, d'autunno, quando le giornate si accorciano e l'aria si fa più pungente, che alla sera nei boschi del Parco Adamello Brenta si svolge il rituale del corteggiamento dei cervi. In questo periodo, i cervi si trasformano, il loro collo si ingrossa e le corde vocali si ispessiscono per riuscire a far riecheggiare il bramito per chilometri e chilometri. Emettendo il loro richiamo d'amore, un solista dopo l'altro cerca di dare il meglio di sé per conquistare le femmine e quando questo non è abbastanza, i maschi passano allo scontro fisico. E' molto difficile assistere a queste scene e poter vedere gli animali ma l'emozione di avvertire la loro presenza molto vicina, immersi in un concerto naturale, è davvero indimenticabile.

Dopo la positiva esperienza dell'anno scorso, nel pieno rispetto degli animali, in collaborazione con Ambiente Trentino, Trentino Marketing e il Servizio sviluppo sostenibile e aree protette della Provincia autonoma di Trento, il Parco propone anche quest'anno tre uscite serali guidate dall'Esperto in Val Brenta per ascoltare dal vivo il bramito. Ci sono ancora posti nelle date di venerdì 28 settembre e di martedì 2 ottobre mentre la serata di venerdì 5 ottobre è già al completo.
Il programma prevede il benvenuto alle 18.15 presso la Foresteria di Sant'Antonio di Mavignola, una cena leggera a base di prodotti locali a Prà de la Casa, al termine della quale l'esperto coinvolgerà i partecipanti in una breve presentazione scientifica. Dopodiché inizierà l'escursione guidata a piedi fino alle 23.00 circa, seguendo i segnali della presenza degli animali.
La novità di quest'anno è la possibilità di utilizzare una termocamera, in grado di percepire le radiazioni infrarosse, per riuscire anche a scorgere gli animali.

La quota di partecipazione all'attività comprensiva di tutto è di 40,00 euro (gratis per i bambini fino ai 6 anni e sconto del 50% per i bambini dai 6 ai 14 anni)
Per chi volesse, c'è la possibilità di approfittare di pacchetti vacanza speciali nelle strutture di Sant'Antonio di Mavignola.

Per qualsiasi informazione telefonare al numero 348.0176732 o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.