Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Wed06192019

Last update10:52:22 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Arturo Spada tra i 15 artigiani maestri d'arredo premiati dall'assessore provinciale all'artigianato

Failoni 1

C'è anche Arturo Spada residente nel Comune di Borgo Chiese tra i 15 maestri artigiani "Falegnami d'arredo" premiati ieri con dei diplomi presso la sala Marangonerie del Castello Buonconsiglio. 

Partecipando all'incontro, l'assessore provinciale all'artigianato, Roberto Failoni, ha spiegato l'importanza di iniziative dedicate alle professioni: "Uno degli obiettivi di legislatura in campo economico della nuova giunta è rendere il Trentino una società avanzata della conoscenza, investendo sulla capacità di innovazione e sul capitale umano. Entrambi gli obiettivi sono tra gli elementi caratterizzanti del corso di Maestro Artigiano e per questa ragione ci impegneremo a promuovere sul territorio la vostra figura e l'impegno dimostrato durante le 400 ore di formazione che avete affrontato, dividendovi tra l'azienda e l'attività di specializzazione". Ai quindici artigiani, l'assessore ha regalato il grembiule da falegname con la scritta 'Maestro Artigiano': "E' il regalo che il Trentino vuole fare a voi. Portatelo con orgoglio perché rappresentate una parte importante della nostra terra". All'incontro hanno preso parte, tra gli altri, Alberto Olivi segretario generale della Camera di Commercio, Marco Segatta, presidente Associazione artigiani del Trentino; e Roberto Mattarei, presidente Commissione provinciale artigianato.

Entrambi gli obiettivi sono tra gli elementi caratterizzanti del corso di Maestro Artigiano e per questa ragione ci impegneremo a promuovere sul territorio la vostra figura e l'impegno dimostrato durante le 400 ore di formazione che avete affrontato, dividendovi tra l'azienda e l'attività di specializzazione". Ai quindici artigiani, l'assessore ha regalato il grembiule da falegname con la scritta 'Maestro Artigiano': "E' il regalo che il Trentino vuole fare a voi. Portatelo con orgoglio perché rappresentate una parte importante della nostra terra". All'incontro hanno preso parte, tra gli altri, Alberto Olivi segretario generale della Camera di Commercio, Marco Segatta, presidente Associazione artigiani del Trentino; e Roberto Mattarei, presidente Commissione provinciale artigianato.

Il mobile accompagna la storia dell'uomo evolvendo nel tempo la sua dimensione funzionale ed estetica, a seconda delle epoche e dei costumi. Oggi al mobile si richiede di soddisfare il bisogno di arredare ambienti diversi abitati da persone con esigenze complesse e stili di vita specifici se non unici. Basti pensare alle infinite declinazioni degli arredi per gli ambienti domestici, i luoghi di lavoro e gli spazi collettivi, caratterizzati da elevati livelli di personalizzazione e da profondi cambiamenti socioculturali, tecnologici, digitali.

L'assessore provinciale all'artigianato, Roberto Failoni, ha ribadito l'attenzione del nuovo esecutivo verso il comparto economico, quello dell'artigianato, che caratterizza in maniera determinante l'economia del Trentino. "Non a caso - ha sottolineato Failoni - abbiamo scelto la sala delle Marangonerie, termine veneto che sta a significare proprio 'falegname'. Al vostro percorso formativo abbiamo voluto riservare una particolare attenzione sui mezzi di comunicazione locali, sul sito dei Maestri Artigiani e con la cerimonia ufficiale di oggi. Si tratta di un autentico attestato di stima e simpatia, perché ve lo siete guadagnato e meritato dopo aver superato con successo questo percorso". Ringraziamenti sono anche andati ad Accademia d'impresa e all'Istituto professionale Sandro Pertini di Trento che hanno curato e realizzato la formazione.

La formazione dei Maestri Artigiani

Il percorso formativo si è sviluppato su 400 ore, articolate attraverso tre ambiti:

Area gestionale, necessaria al Maestro Artigiano per cogliere le evoluzioni del mercato in cui sviluppare il proprio business. Durante il corso, gli artigiani hanno rafforzato la consapevolezza su come gestire le relazioni con clienti, fornitori e collaboratori, e hanno approfondito gli aspetti economico-finanziari dell'impresa;

Insegnare il mestiere. Il Trentino ha bisogno di Maestri Artigiani che ospitino tirocinanti e che offrano una seria e competente formazione in azienda, ciascuno in base alle propria specializzazione, per integrare efficacemente i percorsi scolastici e supportare l'avvio dei giovani al lavoro;

Area tecnico-professionale. Grazie alla formazione, la Provincia autonoma di Trentino intende offrire agli artigiani opportunità e qualità di apprendimento delle innovazioni che interessano il mestiere, oltre a valorizzare gli elementi che ne connotano la storia e la tradizione.

In conclusione di incontro, l'assessore Roberto Failoni ha annunciato nuove iniziative per l'anno in corso, ad incominciare con la Giornata del Maestro Artigiano. "La data sarà individuata a breve - ha concluso Failoni - ma sin da ora siete tutti invitati".

Elenco Premiati

Bertè Enrico di Rovereto

Biada Giorgio di Campodenno

Boninsegna Marino di Panchià

Caldini Luca di Pietramurata

Chemelli Werner di Calavino

Decrestina Pierluigi di Soraga

Dellantonio Lorenzo di Moena

Fait Gabriele di Rovereto

Helfer Renato di Mezzolombardo

Nones Alberto di Castello di Fiemme

Pellegrini Alessandro di Pieve di Ledro

Pellegrini Francesco di Dambel

Ruatti Claudio di Cles

Spada Arturo di Borgo Chiese

Zadra Paolo di Predaia