Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Mar04132021

Last update12:45:14 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

L’uomo e il Cristo di Oscar di Prata

locandina  arte2

A casa Di Prata si respira arte... immediatamente l'occhio è rapito da un quadro, fra tanti di una collezione privata. Cattura l'attenzione, involontariamente estranea l'osservatore da ciò che lo circonda invitandolo ad una profonda riflessione. Quel silenzioso dialogo tra "l'uomo e il Cristo" lancia una provocazione all'osservatore, credente o ateo che sia, invitandolo a porsi al posto di quell'uomo...

Al padrone di casa, Signor Giordano, persona attenta ed altrettanto riservata, nulla sfugge, coglie l'attrazione per quel quadro e in seguito ad un reciproco scambio di impressioni condivise, mi propone una donazione. Il 10 settembre 2010, indirizza una missiva al Sindaco del Comune di Giustino Signor Luigi Tisi scrivendo:

"Sarebbe per me cosa gradita poter donare alla comunità di Giustino, a cui sono particolarmente affezionato in quanto io e la mia famiglia abbiamo la seconda casa in quel di via di Curuna fin dagli anni 70 e dove ci sentiamo ben accolti ed inseriti, un'importante opera pittorica, di mia proprietà dal titolo -l'uomo e il Cristo – di Oscar Di Prata, mio cugino scomparso recentemente all'età di novantasei anni, pittore illustre della mia città e del quale quest'anno ricorre il centenario dalla nascita

(firma: Giordano Di Prata) "

L'autore di quest' opera è Oscar Di Prata nato a Brescia nel 1910, un grande artista del Novecento. L'attitudine al disegno e alla pittura lo portano a frequentare, dal 1928, l'Accademia a Venezia. Attorno al 1940 arriva li successo nazionale, a Parigi conobbe De Chirico e più tardi gli esponenti delle correnti futuristiche Italiane come Carrà, con il quale ha partecipato a un'esposizione. Nella sua carriera ha affrontato i temi della GUERRA vissuta in prima persona. Durante il secondo conflitto mondiale fu prima combattente e poi prigioniero a Yol, alle pendici dell'Himalaya Ha sempre professato una spiccata attitudine alla spiritualità, tormentata, sofferta, espressa sulla tela per lanciare un messaggio intenso a chi lo sa guardare ed interpretare, invitando esplicitamente alla ricerca della PACE interiore e non solo.

Oscar Di Prata ha continuato per tutta la sua lunghissima carriera a produrre opere di notevole valore artistico. In occasione del centenario della nascita, la Fondazione Brescia Musei ha organizzato, negli spazi espositivi del Grande e Piccolo Miglio del Castello di Brescia, la mostra "Oscar Di Prata. Gli angeli e i demoni. Drammi e speranze del Novecento". Presentata il 26 novembre 2010 e prorogata fino al 15 maggio 2011. Il giorno seguente, "l'uomo e il Cristo" veniva accuratamente imballato e trasferito al Municipio di Giustino in attesa di essere presentato alla popolazione per poi trovare definitiva collocazione a "casa Diumira" futuro punto di riferimento culturale.

E' così che dal mese di maggio 2011 "L'UOMO E IL CRISTO" fa parte del patrimonio culturale del Comune di Giustino, merito della sensibilità dei coniugi Giordano e Itala a nome della famiglia Di Prata.

Per dare giusto lustro al prezioso dono l'assessorato alla cultura del comune di Giustino sta predisponendo un concorso letterario che verrà opportunamente pubblicato appena definito nei dettagli, nel frattempo la pubblicazione della fotografia del quadro vuole essere un anticipata fonte di ispirazione per gli interessati al concorso.

Assessore alla Cultura comune di Giustino

Carmen Turri