Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Sab11172018

Last update11:39:14 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel
Pecore sperdute in val di Nardìs, ancora vive nonostante il maltempo e i predatori

Pecore sperdute in val di Nardìs, ancora vive nonostante il maltempo e i predatori

Si era recato per fare una passeggiata in una delle bellissime valli laterali della val Genova,...

San Martino, la comunità di Pinzolo in pellegrinaggio a Mantova per ricordare i propri emigranti

San Martino, la comunità di Pinzolo in pellegrinaggio a Mantova per ricordare i propri emigranti

C'era monsignor Luigi Bressan quest'anno, il vescovo emerito di Trento, ad accompagnare i...

Madonna di Campiglio, impianti aperti al Grostè dal 24 novembre

Madonna di Campiglio, impianti aperti al Grostè dal 24 novembre

«Nonostante i numerosi alberi caduti sulle piste, dopo una settimana di intenso lavoro siamo...

Da domani riapre la strada tra Madonna di Campiglio e Dimaro

Da domani riapre la strada tra Madonna di Campiglio e Dimaro

Da domani mercoledì 7 novembre è prevista la riapertura del tratto di strada statale 239 tra...

Notizie val Rendena

40 architetti dal nord Italia alla scoperta della Tonalite dell'Adamello

gruppo pedretti graniti

Venerdì 21 settembre più di 40 architetti provenienti da tutto il nord Italia si sono ritrovati a Carisolo per scoprire la Tonalite dell'Adamello. L'iniziativa promossa da Pedretti Graniti ha avuto come obiettivo la valorizzazione della pietra trentina estratta solamente in valle di Genova. L'evento è iniziato con la visita al museo del Parco Naturale Adamello Brenta dove gli ospiti hanno potuto capire come è geologicamente sviluppato il nostro territorio e come si è formata la Tonalite dell'Adamello. Ci si è poi spostati a visitare la produzione della ditta Pedretti dove questo materiale viene trasformato da enormi blocchi di centinaia di quintali ad oggetti d'arredo finiti. La terza tappa della giornata ha previsto la visita alle cave dove sono stati illustrati i metodi di estrazione, di gestione della sicurezza e di gestione del piano di coltivazione. Qui gli architetti hanno potuto degustare i prodotti locali serviti da un catering d'eccellenza in una location spettacolare. Facoltativa era invece l' ultima tappa che prevedeva la visita presso la chiesetta di S. Stefano. Una chiesa dove i primi resti risalgono all'ottavo secolo e dove si può notare l'utilizzo storico della pietra. Insomma un evento culturale unico che ha permesso a diversi studi di architettura di scoprire una pietra presente solamente nel nostro territorio che è stata valorizzata da grandi artisti nel corso degli anni.