Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Dom11192017

Last update11:22:49 PM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella e Saone, firmato il protocollo d'intesa per la fusione

2017 09 Fusione foto pres
E' stato firmato venerdì scorso il protocollo d'intesa per la fusione fra le 2 Casse Rurali giudicariesi, attivando così un percorso di aggregazione che ha coinvolto sinora tutte le zone del Trentino ad eccezione proprio del comprensorio delle Giudicarie dove operano ancora 6 Casse Rurali (entro il 2017 le Casse Rurali trentine passeranno da 35 a 26).
I Presidenti delle 2 Casse, Andrea Armanini e Sandro Dipré, esprimono soddisfazione sull'operazione. "Si tratta di una decisione maturata dopo un percorso di condivisione degli scenari futuri del credito cooperativo che con l'arrivo del nuovo gruppo di Cassa Centrale pone a tutte le Casse Rurali nuove sfide e la necessità di guardare avanti con la responsabilità di fare delle scelte".
Dal confronto fra le 2 Casse, seppur con dimensioni diverse, è emersa una piena sintonia sulla visione del fare la Cassa Rurale, con la volontà di conciliare le esigenze di efficienza e sviluppo della banca con quella di vicinanza e sostegno alle Comunità di riferimento, attivando tutte le azioni di supporto alla mutualità ed alla progettualità, investendo sulla formazione e qualificazione dei collaboratori e sulla partecipazione dei soci.
Con la fusione delle 2 Casse l'operatività della nuova Cassa coprirà praticamente tutto il territorio delle Giudicarie, integrando sportelli, clientela e rischi senza alcuna sovrapposizione.
La nuova Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella avrà 7.900 soci, 30.000 clienti, 25 sportelli con una raccolta complessiva di 1.080 milioni di euro, 642 milioni di prestiti e 140 dipendenti.
Con questa scelta sottolineano i due Presidenti "siamo convinti di porre le basi per far parte del nuovo Gruppo con più efficienza potendo sfruttare le diverse economie di scala che si creeranno dall'integrazione"
Il protocollo d'intesa prevede una governance di 10 amministratori di cui 2 scelti fra i soci della Cassa Rurale di Saone, nel cui territorio verrà costituito un nuovo GOL gruppo operativo locale in rappresentanza dei soci con 5 membri.
La direzione della Cassa sarà affidata a Davide Donati, attuale direttore della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella. Il direttore della Cassa Rurale di Saone Luigi Marchiori, che dal 1976 guida la piccola Rurale permettendole di superare le difficoltà poste dalla crescente complessità del settore, maturerà i requisiti pensionistici proprio nel corso del 2018.
Nei prossimi mesi si procederà a predisporre il piano industriale da sottoporre all'approvazione degli Organi di Vigilanza.
La fusione sarà sottoposta all'approvazione delle assemblee straordinarie che saranno convocate nella primavera 2018 insieme alle assemblee ordinarie. La decorrenza della fusione avrà data 01/07/2018.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna