Zuclo, un biodigestore per rifiuti organici e reflui zootecnici per la discarica? Presentato in Provincia un progetto dalla Escasa Srl di Tione

biodigestore zuclo

Si farà il biodigestore per rifiuti organici e reflui zootecnici per la discarica di Zuclo? Per ora di certo c'è solo il progetto, presentato in Provincia dalla Escasa Srl di Tione che possiede proprio dei terreni vicini alla discarica di Zuclo e che vorrebbe costruire un biodigestore. In particolare in un terreno adiacente al centro integrato della Comunità di Valle che ospita gli uffici del Servizio ambientale locale, sul lato ovest della discarica.
Due gli scenari proposti nel progetto per il trattamento del biogas prodotto, la cogenerazione o la produzione di biometano. Si presenta un impianto dedicato in parte allo smaltimento dei rifiuti urbani, quindi l' "umido", si ipotizza di lavorarne 10.000 tonnellate annue, in parte ai reflui zootecnici nella misura di 36.500 tonnellate annue. Guardando al solo "umido" prodotto nelle Giudicarie e smaltito dall'apposito servizio in un impianto di Bergamo, si parla di cifre che sono circa la metà delle 10.000 tonnellate annue trattabili, quindi si intuisce che la Escasa fa riferimento ad un territorio più ampio di raccolta rispetto alla vallata, che potrebbe includere le limitrofe Valle dei Laghi e la Val di Sole.
Per quanto riguarda i reflui zootecnici - l'altra novità rispetto alla proposta provinciale del 2012 che non li includeva - è alla concentrazione di aziende agricole delle Giudicarie Esteriori che probabilmente si guarda, territorio nel quale i liquami rappresentano una criticità mai risolta.