Giudicarie.com

il quotidiano delle Giudicarie

Lun09212020

Last update12:45:14 AM

Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Scontro mortale a Zuclo. Auto taglia la strada ad un motociclista che muore sul colpo

Incidente a Zuclo tione

Uno schianto violentissimo ha fatto uscire d'improvviso tutti i clienti del centro commerciale di Zuclo. A terra sulla strada, all'altezza del distributore dell'Agip, c'era Luigi Bertelli di Ragoli, 60 anni. La sua moto, una Honda Hornet, era incastrata sotto le ruote di una fiat 500. L'uomo procedeva alla volta di Tione sulla retta che da Saone porta al capoluogo giudicariese. D'improvviso l'automobile guidata da Maffei Margherita, 73 anni, di Montagne – lo confermano anche i rilievi degli agenti della Polizia Locale - gli ha tagliato la strada con l'intenzione di entrare nel distributore di benzina. Una disattenzione fatale, per cui lo scontro è stato inevitabile.

Incidente a Zuclo tione 1

Ad avere la peggio, il motociclista riverso a terra. Le sue condizioni sono subito apparse molto gravi. Accanto al groviglio di lamiere e dei borsoni della moto proiettati a qualche metro di distanza, Luigi Bertelli lottava tra la vita e la morte. I soccorsi sono stati immediati. Sul posto sono arrivati mezzi e personale medico dell'Ospedale di Tione. In pochi minuti è arrivato anche l'elicottero del soccorso di Trento. Inutile però è stato ogni tentativo di rianimare l'uomo supino per terra. Inutile la respirazione artificiale praticatagli ripetutamente, nel vano tentativo di salvargli la vita. Inutile ogni tentativo di rianimarlo. Purtroppo non c'è stato niente da fare. Alla fine i medici hanno dovuto darsi per vinti. Straziante anche l'arrivo dei familiari che qualcuno aveva provveduto ad avvisare. Anche la donna alla guida dell'automobile ha avuto bisogno dei sanitari. In palese stato di choc è stata accompagnata nel locale nosocomio. Per qualche ora la statale 237 del Caffaro è rimasta bloccata in attesa che il corpo del malcapitato e i mezzi coinvolti nell'incidente venissero rimossi. A regolare il traffico, e rilevare l'incidente i vigili urbani del corpo di Polizia Locale di Tione.

Con loro i vigili del fuoco di Zuclo e Bolbeno, più altri pompieri della zona. Per ore la gente è rimasta attonita di fronte a questo ennesimo incidente mortale che ha funestato le nostre strade. Una manovra improvvisa. Probabilmente azzardata. E un uomo giaceva esanime sull'asfalto. Luigi Bertelli, da solo un anno in pensione (lavorava come rappresentante presso la Metalfer di Tione) era una persona conosciutissima in tutta la zona. Era una colonna portante dl coro Monte Iron di Ragoli. Uno spirito gioviale, allegro. Dalla dinamicità contagiosa. Di lui gli amici, in lacrime, hanno solo parole di grande affetto. Di rincrescimento sincero. La moto un mezzo usato saltuariamente. Si e no, una decina di volte nella bella stagione per i piccoli spostamenti. Ieri pomeriggio alle 17.00 la sua grande voglia di vivere e di godersi la meritata pensione si è fermata contro le lamiere di una Fiat 500 che procedeva in senso contrario. Il paese di Ragoli è sconvolto. Lascia la moglie Nadia, titolare assieme ai fratelli, della Omr di Ragoli, e le figlie ventenni Anna e Chiara.